Frasso

Il centro di Frasso sorge alto su un colle a quota 405m. s.l.m., in posizione elevata sulla riva sinistra del Farla. Il sito è circondato da alture verdeggianti e colture di olivo. Il toponimo Frasso compare nella documentazione farfense nella prima metà del X secolo. Il castello fu probabilmente fondato in questo periodo per iniziativa signorile, anche se la prima notizia certa della sua esistenza risale al 1055, quando Alberto figlio di Gebbone lo donò all'abate di Farfa, Berardo I. Il castello di Frasso dovette rimanere in possesso del monastero per non molto tempo. Sullo scorcio del Trecento ne erano in possesso i Brancaleoni. Nel 1441, quando Frasso venne occupato da Battista Savelli, Paolo e Francesco Brancaleoni, signori di Monteleone, lo donarono, come dote, alla loro sorella Simodea, che aveva sposato Orso Cesarini. La dominante mole della rocca dei Cesarini, davvero notevole rispetto alla dimensione dell'abitato, conserva ancora un alto bastione cilindrico con basamento a scarpa munito di beccatelli nella parte terminale.

The center of Frasso rises high on a hill at 405m. s.l.m., in high position on the left bank of Farla. The site is surrounded by verdant highlands and cultures of olive. The Frasso name appears in the Farfense documentation in the first half of the X century. The castle was probably founded at this time by initiative although the first sure news of his existence dates back to 1055, when Alberto son of Gebbone gave him to the abbot of Farfa, Berardo I. The castle of Frasso he had to remain in the monastery for a long time. On the View of the Three hundred were in possession of the Brancaleoni. In 1441, when Frasso was occupied by Battista Savelli, Paolo and Francesco Brancaleoni, gentlemen of Monteleone, donated, as a dowry, to their sister Simodea, who had married Bear Cesarini. The dominant mole of the fort of Cesarini, who is really remarkable in terms of the size of the town, keeps it still a tall cylindrical bastion with a shoe stand fitted with beaks in the terminal part.





Cantalupo in S.

  1. Comune
    icona
  2. Porta Maggiore
    icona

Casperia

  1. Comune
    icona
  2. Il Borgo
    icona

Castelnuovo di F.

  1. Il Borgo
    icona

Collevecchio

  1. Grappignano
    icona

Configni

  1. Il Borgo
    icona

Cottanello

  1. Comune
    icona
  2. La Cava
    icona

Forano

  1. Comune
    icona
  2. La Chiesa Evangelica
    icona

Frasso Sabino

  1. Comune
    icona
  2. La Grotta dei Massacci
    icona

Montasola

  1. Comune
    icona
  2. La Chiesa dell'Oratorio
    icona

Montebuono

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa di San Pietro
    icona

Monteleone Sabino

  1. Cammino di Santa Vittoria
    icona

Montopoli di Sabina

  1. Comune
    icona
  2. Bocchignano
    icona

Poggio Catino

  1. Comune
    icona
  2. La Rocca
    icona

Poggio Mirteto

  1. Comune
    icona
  2. Castel San Pietro
    icona

Poggio Nativo

  1. Comune
    icona
  2. Convento di San Paolo
    icona

Roccantica

  1. Comune
    icona

Selci

  1. Residenza d'Arte
    icona

Stimigliano

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa SS Cosima e Damiano
    icona

Tarano

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa di S. Maria Assunta
    icona

Toffia

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa di San Lorenzo
    icona

Torri in Sabina

  1. Comune
    icona
  2. Gli Archi
    icona

Vacone

  1. Comune
    icona

Info Utili

WEB LINK
EMERGENZA


Video