Roccantica

Roccantica è circondata da boschi, è dotata di un castello medioevale e moltissime chiese di diverse epoche. Costituisce un buon punto di partenza anche per una passeggiata in montagna. Domina il paesaggio la Torre di Niccolò II. Ai suoi piedi la Chiesa di Piedirocca, santuario con venerata immagine di Madonna con Bambino. Da visitare la Chiesa di S. Valentino, preesistente al 792 e ricostruita nel 1300, fu parzialmente demolita nel 1932; la Chiesa di S. Maria Assunta in Cielo eretta nel 1740 su preesistente chiesa; la Chiesa di San Giuseppe fatta erigere dal marchese Vincentini su progetto di F. Fontana è ricca di marmi pregiati e ha un palco con organo d’epoca e tela d’artista cortonesco. La Chiesa Santa Caterina d’Alessandria. Infine il Castello-Monastero delle Clarisse-Chiesa di S. Chiara, costruito nel 1583 sui resti del Castello Orsini. Se ci spostiamo su Via Finocchieto, troviamo il Seminario Romano, eretto per volontà di Orsino Orsini nel 1454 quale convento dei Riformati Francescani (S. Antonio da Padova). Qui studiò il seminarista Angelo Roncalli divenuto Papa Giovanni XXIII.

Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria
Chiesa Santa Caterina d’Alessandria, cappella gentilizia del Governatore Armellao de Bastonis, con pareti interamente affrescate nel 1430.

VideoGuida LIS

Roccantica is surrounded by woods and hosts a medieval Castle and many Churches belonging to different centuries. Roccantica can be a very good starting point for a mountain walk. Niccolò II Tower was a defence tower with a squared shape that still today dominates the view. Below the tower there is Piedirocca Church that preserves an image representing the Holy Virgin with the Child. We suggest visiting St. Valentino Church built much earlier than 792, rebuilt in 1300, partially destroyed in 1932 and today turned into a War Memorial, St. Maria Assunta in Cielo Church (1740) built on a pre-existing church and St. Giuseppe Church strongly wanted by marquis Vincentini on F. Fontana’s project. This church is characterized b the presence of precious marbles, a pipe organ dating back to the age of construction and a painting school of Berrettini from Cortona. The St. Caterina d’Alessandria Church. Last but not least the Castle-Monastery of the Poor Clares and St. Chiara Church. The monastery was built in the 1583 on the ruins of the Orsini Castle. Going to via Finocchieto you will see a Roman Seminary for Reformed Franciscans (St. Antonio da Padova) built on Orsino Orsini’s orders in 1454. The place hosted the seminarian Angelo Roncalli who became Pope John XXIII.

Church di Santa Caterina d’Alessandria
St. Caterina d’Alessandria Church, noble church owned by the Governor Armellao de Bastonis with entirely frescoed walls of 1430.





Cantalupo in S.

  1. Comune
    icona
  2. Porta Maggiore
    icona

Casperia

  1. Comune
    icona
  2. Il Borgo
    icona

Castelnuovo di F.

  1. Il Borgo
    icona

Collevecchio

  1. Grappignano
    icona

Configni

  1. Il Borgo
    icona

Cottanello

  1. Comune
    icona
  2. La Cava
    icona

Forano

  1. Comune
    icona
  2. La Chiesa Evangelica
    icona

Frasso Sabino

  1. Comune
    icona
  2. La Grotta dei Massacci
    icona

Montasola

  1. Comune
    icona
  2. La Chiesa dell'Oratorio
    icona

Montebuono

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa di San Pietro
    icona

Monteleone Sabino

  1. Cammino di Santa Vittoria
    icona

Montopoli di Sabina

  1. Comune
    icona
  2. Bocchignano
    icona

Poggio Catino

  1. Comune
    icona
  2. La Rocca
    icona

Poggio Mirteto

  1. Comune
    icona
  2. Castel San Pietro
    icona

Poggio Nativo

  1. Comune
    icona
  2. Convento di San Paolo
    icona

Roccantica

  1. Comune
    icona

Selci

  1. Residenza d'Arte
    icona

Stimigliano

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa SS Cosima e Damiano
    icona

Tarano

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa di S. Maria Assunta
    icona

Toffia

  1. Comune
    icona
  2. Chiesa di San Lorenzo
    icona

Torri in Sabina

  1. Comune
    icona
  2. Gli Archi
    icona

Vacone

  1. Comune
    icona

Info Utili

WEB LINK
EMERGENZA


Video